Cast del film “Loro”, il nuovo film di Paolo Sorrentino



Paolo Sorrentino torna al cinema dopo le grandi soddisfazioni ottenute con La Grande Bellezza e lo fa con un film su una delle figure più controverse dell’Italia, Silvio Berlusconi. “Loro” è il titolo del film e racconterà appunto la vita di Silvio Berlusconi e delle persone a lui legate. Nel cast un gradito ritorno al cinema dopo tante serie tv, Lodovica Mairè Rogati, attrice italiana dalle origini britanniche nota al grande pubblico per Il Giovane Montalbano 2 ed Squadra Mobile – Operazione Antimafia. Il 2018 sarà per Lodovica Mairè Rogati molto intenso, oltre al film Loro infatti è in uscita il suo primo libro “Cuore Africano” e tante sono le novità legate alla sua associazione “Io Non Ci Sto”, nata per tutelare e difendere i diritti delle donne e dei più deboli. Uscita da poco vittoriosa e da innocente da due procedimenti legali ingiusti, l’attrice per questo anno promette scintille!

Il nuovo film di Paolo Sorrentino, “Loro” è già considerato l’evento di questo 2018 appena iniziato. Incentrato sulla figura di Silvio Berlusconi, la pellicola promette dibattiti a non finire. Silvio Berlusconi, come già accadde per il film del 2006 di Nanni Moretti, Il Caimano, non ha perso tempo e si è già espresso in proposito con questa affermazione: “Il film di Sorrentino? Mi sono giunte strane voci, ma spero che non sia una aggressione politica nei miei confronti

“Loro” parte con una grande dose di aspettative date soprattutto dalla grande riservatezza che ha contornato il film e le sue riprese. Tra le poche indiscrezioni filtrate ci sono quelle riguardanti il cast della pellicola, ormai svelato e ricco di grandi nomi, a partire dal protagonista assoluto, Silvio Berlusconi, interpretato da Tony Servillo.

L’attore napoletano può essere definito un vero e proprio “must” per Paolo Sorrentino. Il regista infatti, spesso si è affidato a Tony Servillo per l’interpretazione di ruoli di grande effetto. L’Uomo in più, Le Conseguenze dell’amore, Il Divo, La Grande Bellezza ed infine Loro sono i film firmati da Sorrentino ove compare come attore principale Tony Servillo che ha vinto tra l’altro moltissimi premi legando il suo nome a queste pellicole.

Ad accompagnare Servillo sul set tante figure femminili a cominciare da Elena Sofia Ricci chiamata dal regista per calarsi nei panni di Veronica Lario, attuale ex-moglie di Silvio Berlusconi. Per l’attrice toscana si tratta della prima esperienza con Paolo Sorrentino, dopo aver lavorato con i maggiori registi italiani del livello di Tornatore, Veronesi ed Ozpeteck.

Alla prima con Sorrentino anche Riccardo Scamarcio che interpreterà Gianpaolo Tarantini, uomo molto vicino a Berlusconi accusato del reclutamento di giovani ragazze per le famose cene eleganti organizzate in villa dal Premier.

Altro attore facente parte del cast è Ricky Memphis. L’attore romano non poteva che interpretare un personaggio di spicco della Roma bene, Stefano Ricucci, imprenditore immobiliare che negli anni ‘90 ha segnato la sua ascesa.

Nel cast di “Loro” come detto tante figure femminili, oltre ad Elena Sofia Ricci sono infatti presenti anche Chiara Iezzi, Alessia Fabiani e Lodovica Mairè Rogati. L’attrice romana torna sul grande schermo dopo le sue ultime apparizioni in tv in Squadra Mobile. Di recente è stata assolta da un’accusa mossa da parte dell’ex tennista Giorgio Galimberti, che l’attrice frequentò per alcune settimane. In merito a questa vicenda l’attrice Lodovica Mairè Rogati ha dichiarato: “Da questo punto di vista l’Italia è un Paese che deve cambiare. D’altronde basta pensare a come il pubblico abbia recentemente reagito alla vicenda ‘molestie sessuali nel mondo del cinema’ (il caso Weinstein, ndr). In Italia, oltre ad essere vittima di una violenza, di un abuso, rischi di diventare vittima di quello stesso sistema giudiziario che dovrebbe proteggerti e renderti giustizia condannando i tuoi carnefici. Invece no. Qui l’opinione pubblica pensa: “ma forse se l’è cercata”, “l’avrà provocato”, “perché non se n’è andata via subito” e bla bla bla…… Questa è una vera e propria gogna, un modo di colpevolizzare la vittima. Io ho subìto un processo da innocente per poi essere assolta per il reato di stalking e veder finire in prescrizione il resto. I giornali, purtroppo, si sono divertiti a scrivere pettegolezzi corredati da “titoli ad effetto” come “condannata a sei anni di carcere”, “l’attrice rischia il carcere” e così via. Tutte bugie perché la mia fedina penale è assolutamente pulita, e sono stata assolta da due capi di imputazione. Ho passato dieci anni della mia vita a dovermi difendere da accuse violente e soprattutto a lottare per cercare giustizia per un reato che ho subìto. Non voglio aggiungere altro, il mio nome e quello della mia famiglia è stato fortemente danneggiato dal comportamento di alcuni giornalisti ed editori. Per questa storia abbiamo tutti sofferto molto.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *