Groupage: tutti i vantaggi di questo metodo di spedizione

Il settore delle spedizioni nazionali e internazionali non conosce crisi: anche in tempo di covid-19, con il boom degli e-commerce legati all’emergenza sanitaria, il settore delle spedizioni e dei trasporti si rivela particolarmente ricco. Sempre più imprese si rivolgono a ditte di autotrasporti per spostare partite di merce da una parte all’altra della nazione (o perfino varcare le frontiere) e – in tempi recenti – sono state messe a punto nuove soluzioni per venire incontro ai clienti e garantire risparmio e vantaggi a tutte le parti in causa.

Trasporto groupage: che cosa è?

Tra queste soluzioni, negli ultimi anni si è certamente imposta la scelta del trasporto groupage. Si tratta di una scelta che porta a raggruppare partite di carico più piccole con luogo di origine e destinazione vicino o simile, così da poter formare un’unità logistica di carico più grande. All’arrivo a destinazione, invece, il carico verrà nuovamente diviso (degroupage) e le singole unità saranno smistate in base alle loro destinazioni specifiche. Un esempio di groupage è quello offerto sul portale https://www.acbsrl.it/servizio-groupage da un’azienda – ACB Srl – leader nel settore dei trasporti su via terrestre e non solo.

Se nel trasporto aereo l’opzione di groupage è una prassi consolidata, nel trasporto terrestre e marittimo è invece richiesta una professionalità notevole da parte dello spedizioniere per raggruppare e collegare il giusto carico e le opportune merci in unità più grandi e facilmente gestibili dal punto di vista logistico.

Nel trasporto groupage, la figura dello spedizioniere si rivela dunque fondamentale nella gestione del consolidamento del carico: questa operazione, nello specifico, consiste proprio nell’abbinamento di tutte le merci dei vari committenti, per creare un’unità logistica unica, facile da trasportare in base alle destinazioni effettive e al peso e alla massa del carico totale.

La fase di consolidamento, inoltre, non serve ad abbinare le derrate in base a destinazioni e tipologia: compito delicato dello spedizioniere sarà anche quello di abbinare i tempi di consegna previsti e desiderati da tutti i singoli committenti e – soprattutto – fare in modo che questi tempi vengano rispettati dai trasportatori in movimento tra i vari magazzini.

Quali sono i vantaggi del raggruppamento delle merci?

Raggruppare insieme piccole spedizioni in un carico più grande ha un immediato vantaggio: permette alle singole imprese committenti di risparmiare sulla spedizione stessa. Spedire una piccola partita di merce singolarmente, infatti, e pagare comunque un carico completo potrebbe non rivelarsi la scelta più vantaggiosa, in termini strettamente economici.

Di conseguenza, una buona idea si rivelerà essere quella di collegare in un unico carico più spedizioni di piccole dimensioni, e formare così un’unica unità di carico, i cui costi totali saranno divisi dai singoli committenti in base allo spazio effettivamente occupato. Il vantaggio è dunque evidente.

In questo modo, si eviteranno allo stesso tempo spiacevoli inconvenienti, quali la rottura di carico (ossia il frazionamento del carico in veicoli diversi) o, ancora, sarà possibile limitare il rischio di perdite e danni vari. Se il timore di danno o smarrimento del carico è rilevante, sarà opportuno attivare comunque un servizio accessorio come quello di un’assicurazione sulla spedizione: anche in questo caso, i costi potranno essere divisi tra i vari committenti. Oltre alle spese di assicurazione, risulteranno ammortizzate anche quelle di imballaggio e di altri eventuali servizi accessori; senza considerare, infine, l’agevolazione nelle procedure di carico e scarico.

Groupage: una scelta green

In conclusione, sarà opportuno notare come raggruppare più spedizioni tramite il trasporto groupage permetta di mettere in circolazione meno mezzi pesanti. L’immediata conseguenza è una riduzione dell’inquinamento prodotto da TIR e furgoni: elemento, questo, che rende quella del groupage una scelta green e a ridotto impatto ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *