La Lombardia poco nota: ecco 5 luoghi da non perdere

Grandi colate di cemento, nebbia, industrie e smog: è così che spesso – ed erroneamente – la Lombardia viene presentata al grande pubblico. Niente di più sbagliato! La Lombardia propone, infatti, delle vere e proprie meraviglie, uniche in Italia: dalle sue splendide campagne verdi dai dolci e morbidi contorni, a veri e propri piccoli borghi medievali incantevoli, degni delle migliori favole.

Seppur le grandi metropoli, come Milano, siano una realtà industriale, ma al tempo stesso, altrettanto degne di bellezza e meraviglia, esiste però anche tutta una parte di Lombardia spesso sconosciuta ai più, e che meriterebbe l’opportunità di essere scoperta.

La soluzione ottimale potrebbe essere quella di arrivare in aereo e scegliere un servizio di noleggio auto a Milano Linate, se arrivate nello scalo milanese.

In questo articolo vogliamo proporvi cinque incantevoli perle lombarde: siete pronti a scoprirle? Partiamo!

Sulzano

Arrivare a Sulzano è come entrare direttamente in una cartolina: il piccolo borgo medievale, composto da casette antiche, si affaccia su uno splendido lago dai colori blu – il famoso lago di Iseo – e sembra essere costruito e incastonato, su misura, in mezzo alle montagne, come un piccolo presepio. Le barche si muovono lievi sulle acque, l’atmosfera è tranquilla seppur sia brulicante di vita e di attività. Fate un salto sull’Antica Via Valeriana, per immergervi a pieno nell’atmosfera del posto, percorrendo un sentiero carico di arte e storia: infatti ha costituito, per moltissimi anni, il passaggio obbligatorio per andare a nord.

Chiavenna

Immersa in un’ampissima vallata da cui prende il nome, Chiavenna è il posto ideale per chi, oltre al paesaggio, adora anche assaporare le bontà del luogo: infatti, Chiavenna, oltre a proporre un paesaggio tipicamente italiano nonostante la stretta vicinanza al territorio svizzero, saprà proporvi il proprio vivere in maniera “slow” ma, soprattutto, una sua specialità: i crotti. Sembrerebbe il nome di un piatto particolare, in verità è tutto il contrario: i crotti non sono altre che delle vere e proprie grotte – rifugi, ricavati da cavità naturali, dove sono stati ricavati degli angoli per mangiare delle golosità: prendete posto, e assaporate i formaggi locali con un buon bicchiere di vino. Non ve ne pentirete!

Sabbioneta

Sabbioneta, rientrata nel Patrimonio Unesco, è una piccola città nella provincia di Mantova che, nonostante la locazione, ha un segreto speciale: sembra essere una piccola Roma! Non ci credete? Andate allora a visitare il famoso Teatro all’Antica. Vi basterà entrare per vedere, con i vostri stessi occhi, di trovarvi di fronte a un vero e proprio gioiello architettonico. La maestosa loggia vi farà entrare in un’atmosfera unica, facendovi quasi scordare di essere in Lombardia. Ma Sabbioneta non è solamente questo: passeggiate e perdevi per le sue vie, dal sapore storico, circondate dalle verdeggianti campagne.

Lodi

Lodi è una città certamente fascinosa: per rendervene conto, vi basterà percorrere qualche via del suo centro storico. Piazza della Vittoria, cuore della città, propone architetture storiche importanti, come la Cattedrale della Vergine Assunta, ossia il suo duomo che vi lascerà senza parole: tre ampie navate, immerse nello sfarzo, dove vengono conservate anche moltissime opere d’arte e i famosi resti di San Bassiano, patrono della città. I porticati che si susseguono, le case dalle pareti in cotto e le persone a piedi, oppure in bicicletta, compongono un quadro curioso tutto da esplorare.

Trezzo d’Adda

Trezzo d’Adda si specchia, in tutta la sua bellezza di piccolo borgo lombardo, in un ampissimo specchio d’acqua a perdita d’occhio – l’Adda, da cui prende il nome. Ed è proprio sulle sponde di questo fiume, circondato dal verde e da tiepide nebbie basse, che potremo veder riflesso un vero e proprio manufatto storico industriale, che ha determinato le sorti della città stessa, e la sua notorietà: la centrale elettrica Taccani. Oltre ad avere un forte impatto storico – architettonico, vi lascerà una vera e propria emozione visitandolo: non a caso, è uno degli impianti più visitati in tutta la Lombardia; potrete avere anche l’occasione di visitare, al suo interno, un interessante museo virtuale, dedicato proprio all’energia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *