Scommesse online e giochi d’azzardo: cosa dice la legge?

Il gioco d’azzardo, la dipendenza dalle scommesse e il rischio di mettere soldi in piattaforme online illegali o fraudolente è un problema molto grosso. Eppure, le leggi sono tante e precise su questo tema, così come le iniziative politiche e sociali volte a curare un danno epidemico, quello della ludopatia che rovina le persone e le famiglie, molti giovani e, addirittura, minorenni proprio come la droga e l’alcol.

L’anno scorso, l’Italia ha contato 1.3 milioni di italiani malati di gioco d’azzardo, 12 mila persone in cura, ci si ammala per sensi di colpa incredibili, fino a 1500 euro di puntate perse e impossibili da recuperare. La dipendenza supera i rimorsi e porta le persone, prima davanti alle macchinette e poi nei siti di scommessa online.

Da quando è entrato il nuovo governo, nel 2018 le iniziative verso questo problema sono state diverse e ancora ce ne sono da prendere. Ad esempio, l’obbligo di richiedere la tessera sanitaria nelle slot e la richiesta della carta di identità per iscriversi nelle piattaforme online, la seconda esiste da molto tempo.

Chi soffre di dipendenza dal gioco d’azzardo e chi ha la consapevolezza di non sapersi regolare oppure di non avere tanta esperienza per valutare il gioco e le partite, non dovrebbe nemmeno avvicinarsi a piattaforme e slot. Chi invece su Internet decide di giocare con roulette, videopoker, slot oppure dedicarsi alle scommesse sportive deve conoscere assolutamente queste condizioni legali e scegliere bene le piattaforme con cui scommettere (melbet.com).

Bookmaker nazionali e internazionali, requisiti richiesti

Il gioco d’azzardo viene definito dal codice penale un’attività a fine di lucro con vincita e perdita di denaro su esito incerto e rischioso.

Lo Stato punisce l’organizzazione privata e non autorizzata del gioco d’azzardo dentro club, locali e bische.

Non vengono puniti i giochi d’azzardo autorizzati dallo Stato e che si possono giocare seguendo delle indicazioni ben precise che deve rispettare chi eroga il gioco e chi scommette.

La prima autorizzazione importante viene data dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, le piattaforme con licenza AAMS hanno il permesso di distribuire i loro giochi online con l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.

Molte piattaforme online erogano i loro giochi in Italia con altre autorizzazioni nazionali e internazionali, è sempre importante quando si crea l’account e il primo deposito vedere le indicazioni fornite dal singolo bookmaker. Un ruolo importante lo hanno anche i circuiti di pagamento digitale che offrono delle garanzie per bloccare e recuperare dei soldi inseriti in un deposito. Prima di giocare e scommettere è bene leggere le regole e le condizioni della piattaforma, i consigli forniti per il gioco responsabile.

Scommesse, depositi e prelievi: regole e condizioni chiare

Melbet è un esempio di società straniera che opera con la sua piattaforma internazionale in Italia, nelle sue pagine informative leggiamo che la sede legale di Tutkia LTD è a Nicosia, Crio ed è gestita da una LTD con sede legale a Curacao. Per operare nel nostro paese ha ottenuto licenza europea e AAMS/ADM.

L’iscrizione ai giochi dei bookmaker vengono seguiti dalla scelta del metodo di pagamento e dalla creazione di un deposito di gioco, si possono ottenere dei bonus di benvenuto iniziale e promozionali utili a conoscere le condizioni e i sistemi di scommessa senza spendere subito i nostri soldi. Le regole del gioco devono essere sempre chiare, Melbet ad esempio oltre a fornire diverse schede dove vengono spiegate le condizioni del gioco offre assistenza clienti 7 giorni su 7 e h24 per rispondere a domande e descrivere i servizi e le caratteristiche della piattaforma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *