Duomo

Cenni storici
Voluto da Gian Galeazzo Visconti, fu costruito lungo l’arco di ben cinque secoli. I lavori ebbero inizio nel 1386 sul luogo dove sorgeva la basilica di S. Maria Maggiore. Nel 1572 San Carlo riconsacr� il Duomo, ma si dovette attendere il IX secolo prima di vedere erette la guglia maggiore tra il 1765 e il 1769, e la facciata nel 1813. Si resero comunque necessarie vaste opere di restauro, sia nel corso dell’800 che nel secolo seguente. Le pi� importanti furono quella del 1935 e quella degli anni dopo la II guerra mondiale, la pi� complessa e dolorosa, a seguito delle ferite inferte dai bombardamenti aerei del 1943.

Rilevanza artistica
Pur essendo passata attraverso le mani di una schiera infinita di architetti, italiani e stranieri, la costruzione del Duomo ha mantenuto una straordinaria coerenza stilistica attraverso i secoli, sviluppandosi secondo l’impronta che i maestri Giovannino de’ Grassi e Giacomo da Campione, legati stabilmente alla fabbrica dal 1392, dettero al nascente Duomo: quello stile “gotico fiorito” caratterizzato dall’esuberanza decorativa, nato in Francia – dove trov� massime espressioni a Reims e a Parigi – ma che nelle menti degli architetti italiani acquist� una propria identit�.

Curiosit�
Nel semicatino absidale, a 40 metri da suolo, il 14 settembre 1576 fu incastonata la reliquia del Santo Chiodo, che secondo la tradizione era della croce di Cristo, giunta a Milano sin dai tempi di S. Ambrogio (IV sec. d. C.). Situato al centro geometrico di Milano, il Duomo misura 11.500 m2, � lungo 158 metri, largo 93 ed � sormontato da innumerevoli guglie, la pi� elevata delle quali � alta 109 metri: numeri che impressionarono anche Henry James durante il suo soggiorno a Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.