5 idee davvero interessanti per arredare il bagno dopo la ristrutturazione

arredare-bagno-dopo-ristrutturazione

L’importanza del bagno: comfort e praticità per arredarlo

Quando si arreda la propria casa, magari dopo aver terminato dei lavori di ristrutturazione o una costruzione ex novo, spesso si dedica maggiore attenzione all’arredamento di stanze quali il salotto, la cucina, la camera da letto, la cameretta per i bambini, rischiando di sottovalutare il bagno dal punto di vista dell’arredo, probabilmente perché risulta essere, di solito, la camera più piccola della casa.

Ma in realtà il bagno ha un suo valore: oggi, grazie alle numerose risorse a disposizione, è possibile arredarlo in tantissimi modi differenti, unendo design e estetica per conferire armonia e bellezza, magari seguendo tutte le novità su www.ceramicstore.eu.
Qui di seguito vi suggeriamo cinque idee per arredare il bagno al meglio.

Cinque spunti interessanti per arredare il bagno

Le modalità sono semplici e immediate e creeranno un’atmosfera unica nel vostro bagno.

  1. Sfruttare gli spazi del bagno: il bagno è una di quelle stanze che presenta una grandezza limitata. Questo implica che non si possono acquistare mobili di grandi dimensioni. Una delle vie più semplici è quella di chiedere una mano ad un interior designer, un esperto che potrà suggerire quali siano i sanitari più idonei al bagno di casa.
    Oppure, un altro metodo estremamente semplice è quello di acquistare arredi sospesi. Questi ultimi sono essenziali per risparmiare spazio perché sono completamenti sollevati dal pavimento e vengono appoggiati al muro della stanza. Quando si procederà alle pulizie, inoltre, avere i mobili sospesi sarà un grande vantaggio perché non ci sarà la necessità di spostarli o di non pulire quella zona perché è occupata dal mobile stesso.
    Anche le porte scorrevoli sono una fonte importante per risparmiare spazio, qualora il bagno presentasse delle dimensioni più limitate. Così come la vasca da bagno: sicuramente è molto confortevole ed esteticamente bella, ma se il bagno non avesse una grandezza tale da contenerla, sarebbe meglio optare per un box doccia più piccolino, ma comunque adatto per bagni non eccessivamente grandi.
  2. L’estetica del bagno: solitamente, una volta terminati i lavori di ristrutturazione, il bagno rimane sempre la stanza a cui si dedica meno tempo o alla quale si dà meno importanza. Vi mostriamo, dunque, quali sono gli aspetti più importanti e da non sottovalutare del vostro bagno:

    sanitari e doccia: dipenderà sempre dalle dimensioni del bagno. Ovviamente i sanitari non possono mancare, ma è possibile effettuare una scelta tra box doccia e vasca da bagno. Se si possiede un bagno grande, potrete anche spendere un po’ di più e acquistare una vasca idromassaggio, così da dare un tocco d’estetica importante. Se invece è di piccole dimensioni, la vasca verrà sacrificata in luogo di un box doccia, che andrà più che bene;

    mattonelle: ci sono una miriade di colori, ma ovviamente bisogna fare scelte ponderate. Le più utilizzate sono quelle monocromatiche, facendo qualche abbinamento come la pietra. I colori da evitare sono quelli più accesi o comunque troppo eccessivi per il bagno. Si consiglia un classico blu;

    luci: anche qui, come le mattonelle, ce ne sono di tanti tipi, l’importante è scegliere quelle più adatte per creare un’atmosfera particolare con l’ambiente circostante. Vanno benissimo e di gran moda i faretti da bagno oppure le plafoniere a luce calda o fredda.

  3. Equilibrio tra bellezza e comfort: altrettanto importante è scegliere l’estetica unita al vero e proprio comfort che questi oggetti potranno assicurare. Il box doccia, se scelto con cura, se è uno degli ultimi modelli usciti e se la composizione è ottima, non ha nulla da invidiare ad una vasca da bagno.
    Il lavabo, spesso molto sottovalutato, in realtà è uno degli elementi più caratteristici, che viene messo più in risalto all’interno del bagno. Anche qui, è bene scegliere materiali di qualità, perché un lavabo formato da scarsi elementi di composizione, potrebbe condurre ad uno spreco di numerose risorse idriche.
    Altri elementi che potrebbero fornire un tocco di estetica in più sono le candele, preferibilmente quelle profumate, così da creare un’atmosfera piacevole, o anche qualche cesto o vaso, che offre un po’ più di completezza al bagno.
  4. La giusta illuminazione: possedere un ambiente luminoso, specialmente se questo è il bagno, è di vitale importanza. La luce artificiale maggiore arriverà proprio dal soffitto, perché è proprio lì che verranno inserite delle plafoniere adatte per illuminare la stanza. Anche perché, senza luce artificiale, il bagno sarebbe poco luminoso, perché, di solito, essendo una stanza meno frequentata rispetto alle altre, non possiede delle finestre tali da illuminare abbondantemente la stanza. Comunque, che sia naturale o artificiale, la luce nel bagno è essenziale e fornisce un maggiore impatto estetico.
  5. Scegliere con cura: ultimo fattore, non meno importante, riguarda le scelte. Queste devono essere effettuate con cura, sia per non ricorrere a delle spese folli o comunque troppo eccessive, sia perché bisogna tenere in conto la grandezza del bagno. I colori, inoltre, non devono essere scelti a caso, ma anche loro possiedono una notevole importanza. Si consiglia di optare per i tre classici come il blu, il nero e il bianco, oppure il rosa, un colore che si abbina moltissimo con tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *